in

L’Amore – Khalil Gibran

L’Amore è qualcosa di indescrivibile che dona a se stesso e attinge da se stesso. Un bellissimo brano sull’Amore estratto da: Il Profeta, di Khalil Gibran.

Quando l’amore vi chiama, seguitelo, anche se le sue vie sono ardue e ripide. L’amore non dona che a se stesso e non prende se non da se stesso. E non pensiate di poter dirigere il cammino dell’amore: sarà lui che indirizzerà il vostro cammino, se vi riterrà degni. L’amore non ha altro desiderio che il proprio compimento. Ma se amate e ardete di desideri, lasciate che questi siano i vostri desideri: Sciogliersi ed essere simili a un ruscello che scorre e canta di notte la sua melodia;
Conoscere il dolore della troppa tenerezza; Essere feriti dalla vostra concezione dell’amore e sanguinare volentieri e con gioia; Svegliarsi all’alba con un cuore alato e rendere grazie per un altro giorno d’amore; Riposare nell’ora del meriggio e meditare sull’estasi dell’amore;
Ritornare a casa, la sera, colmi di gratitudine. E poi addormentarsi con una preghiera per l’amato nel vostro cuore e un canto di lode sulle vostre labbra.

(da: “The Prophet” di Khalil Gibran – Knopf – traduzione dall’inglese di G. Carro © 2005)

 

Solo il tempo può dirlo…

Ti svegli spesso fra le 3:00 e le 5:00? Una forza superiore sta provando a dirti qualcosa…