in

Ecco perchè rinunciare a chi non ci ritiene importanti…

Ci sembra impossibile che la magia si possa essere interrotta, fino a poco fa eravamo al settimo cielo, felici, spensierati, poi improvvisamente il vuoto, il senso di non appartenenza che ci impregna la pelle ci rende incapaci di vedere la luce, solo sofferenza, a quel punto, l’unica risposta al nostro malessere e che dobbiamo aver il coraggio di prendere è la separazione.

Rinunciare a chi si ama è doloroso, ma il dolore che ci soffoca quando ci accorgiamo che per l’amato non siamo più importanti è molto più crudele e deleterio per il nostro essere. Rinunciare aumenta ancor più la nostra insicurezza ed i nostri dubbi, ma spesso è l’unica soluzione che la vita ci propina.
Chi un tempo guardava nella nostra direzione, ci proteggeva, ci faceva sognare, è cambiato, ora non ha più i nostri stessi obiettivi, si ha la sensazione di essere con il partner come due rette parallele che non si intersecano mai, basta soffrire, l’unica e più intelligente soluzione è quella della rinuncia.
Non vuol dire che colui il quale rinuncia sia debole, ci vuole una gran forza e coraggio per lasciare andare.
Noi vorremmo che le persone che conosciamo ed iniziamo ad amare vivessero sempre con noi, purtroppo nella realtà qualche volta capita che queste decidano di non voler più accompagnarci durante il nostro tragitto, allora bisogna avere una grande forza nel riuscire a lasciarle andare perchè rinunciare a loro ci procura un dolore straziante.


Ci è stato insegnato che dobbiamo sempre dare il massimo in qualunque situazione, purtroppo questa regola è deleteria nel caso in cui ci si trovi in un rapporto sbagliato, il dare incondizionatamente senza essere corrisposti ci procura solo dolore, bisogna aver coraggio di rinunciare a chi non ci corrisponde.
Dobbiamo in primis amare noi stessi, rinunciare ad una persona che non ci ama è un grande atto di amor proprio.
L’abitudine è un altro stato che ci porta sofferenza, si è amati e si è stati amati molto da una persona, poi i sentimenti sono cambiati, subentra la noia, la monotonia, si sta insieme al partner per abitudine e non più per amore.

Rinunciare ad una relazione dove l’amore ha lasciato il posto all’abitudine, dopo la sofferenza iniziale, ci porta solo ad una crescita, crescita che una volta rimarginate le ferite, ci preparerà sicuramente per accogliere sulla nostra strada un’altra persona con il quale continuare il percorso della nostra vita.

Continuare a stare insieme ad una persona per abitudine fa soffrire entrambi, infatti uno si sentirà incatenato ad una persona della quale non ha più sentimenti, l’altro si sentirà vuoto perchè non corrisposto.
Dobbiamo saper rinunciare, la rinuncia è un atto volontario che deve essere preso per smettere di soffrire. Dobbiamo imparare a saper dire addio, che queste separazioni dolorose siano in realtà un atto di amor proprio lo impareremo solo con l’esperienza.

Rinunciare a se stessi ci annienta molto di più che la sofferenza per la rinuncia ad una persona che pensiamo di amare.

Ecco 9 coppie felici che sono andate oltre agli stereotipi.

Ecco come il bicarbonato di sodio ti semplifica la vita.