in

Ecco perchè oggi conto solo su me stessa… Leggetela

Il tempo mi ha forgiata ed ora sono in grado di non temere più di restare sola, sono in grado di trovare le forze dentro di me per superare le difficoltà, sono diventata completamente autosufficiente.

Durante la mia esistenza ho lasciato che, individui che solo in seguito ho capito fossero completamente estranei ed inutili, in qualche modo influenzassero la mia vita, questo mi ha portato solo a soffrire per grandi insuccessi.

Ora ho capito la lezione, non inseguo più nessuno, ogni volta che ho voglia di andare da qualche parte la mia unica preoccupazione è quella di scegliere una valigia abbastanza capiente solo per le mie cose, sono in grado di partire per qualsiasi destinazione anche da sola, non elemosino più le cortesie altrui.

La solitudine mi ha sempre spaventata, ho sempre voluto disperatamente le attenzioni degli altri, mi sono sempre offerta di accompagnare chiunque sperando di essere contraccambiata in quanto, partire da sola o restare in casa senza nessuno, mi incuteva terrore.

Ho cercato nella frenesia della quotidianità una scusa per non rimanere in panciolle sul divano, mi son nascosta dietro l’idea che restare ad oziare e rilassarmi davanti la TV o leggere un libro fosse un atteggiamento da persona matura o da individui che non godono di buona salute.

Per anni ho creduto che l’unico modo per distrarsi ed essere felice fosse quello di correre da un pub all’altro, che fosse quello di essere strattonata dagli amici da una discoteca ad un’altra.

Per molto tempo ho pensato che la quantità fosse più importante della qualità, così ho sempre cercato di frequentare più gente possibile.

All’improvviso mi son resa conto che mi circondavo di persone che nemmeno sopportavano la mia presenza, ho disperatamente ed ugualmente cercato la presenza di chi in realtà non mi voleva, mi sono adeguata a frequentare situazioni e posti che non mi piacevano, gente lontana anni luce dal mio pensiero, all’improvviso mi son resa conto che mi circondavo di molte persone che non facevano altro che svuotare il mio essere.

Un giorno ho capito che il primo passo che dovevo compiere per ritrovare me stessa, era prendere coscienza del mio senso di abbandono ed emarginazione che provavo.

Tutto quel rincorrere la gente e mendicare le loro attenzioni, mi aveva completamente svuotata dei miei sentimenti contribuendo a far aumentare la mia solitudine. Solo a quel punto ho realizzato che le uniche cose in grado di farmi sentire meno sola, erano quelle che mi riempivano il cuore.

Ho riflettuto a lungo ed alla fine ho scoperto che non dovevo cercare lontano ciò che mi poteva far stare bene in quanto tutto ciò di cui avevo bisogno si trovava già nascosto in me.

Mai perdere la dignità cercando le attenzioni di chi non ci vuole, mai cercare l’aiuto di qualcuno per svolgere qualsiasi cosa, bisogna crearsi una propria indipendenza.

Non dobbiamo mai deprimerci nel disperato tentativo di far rimanere chi in realtà vuole andarsene.

Arrivata a questo punto della mia vita, ho capito che non è importante cercare altrove cose e sentimenti che si hanno già con se, mi crogiolo della mia compagnia, mi rilasso leggendo un libro scelto da me, mi sdraio sul divano guardando un bel film, ho imparato a godermi le cose che ho.

Oggi sono felice di me stessa e delle scelte che posso vantare di fare autonomamente.

Cosa accadrebbe se i 12 segni vivessero insieme… Leggetela simpaticissima

ECCO I 10 USI ALTERNATIVI DELLA CARTA DA FORNO.