in

Splendido poema, scritto da Primo Levi…

Splendido poema, scritto e pubblicato da Primo Levi, nel 1947, uno dei tanti prigionieri deportati nel campo di concentramento di Auschwitz, in quanto ebreo.

Fu uno dei pochi sopravvissuti al lager e appena tornò in Italia, decise di raccontare al mondo le atrocità viste e subite, descrivendole nel suo primo libro tramite questa drammatica e sofferente poesia.

Se questo è un uomo Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo che lavora nel fango che non conosce pace che lotta per mezzo pane che muore per un si o per un no.

Considerate se questa è una donna, senza capelli e senza nome senza più forza di ricordare vuoti gli occhi e freddo il grembo come una rana d’inverno.

Italian author Primo Levi is seen here on Dec. 10, 1984. (AP Photo)

Meditate che questo è stato: vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore stando in casa andando per via, coricandovi, alzandovi. Ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa, la malattia vi impedisca, i vostri nati torcano il viso da voi.

Titolo: “Le verità atroci di Primo Levi.
“Se questo è un uomo”.

Salvò 669 bambini dai nazisti. L’eroe viene onorato all’età di 105 anni.

Quando scompaiono le farfalle dallo stomaco: una ragazza spiega alla perfezione cosa avviene dopo